Il doppiaggio

I doppiatori della saga di Ghostbusters:

Ghostbusters (1984)
Direttore del doppiaggio: Mario Maldesi
Le voci:
Oreste Rizzini (dott. Peter Venkman)
Sergio Di Giulio (dott. Raymond Stantz)
Mario Cordova (Egon Spengler)
Massimo Foschi (Winston Zeddemore)
Livia Giampalmo (Dana Barret)
Renato Cortesi (Walter Peck)
Oreste Lionello (Louis Tully)
Emanuela Giordano (Janine Melnitz)
Ghostbusters II (1989)
Direttore del doppiaggio: Oreste Lionello
Le voci:
Oreste Rizzini (dott. Peter Venkman)
Sergio Di Giulio (dott. Raymond Stantz)
Claudio Capone (Egon Spengler)
Gianni Bertoncin (Winston Zeddemore)
Melina Martello (Dana Barrett)
Oreste Lionello (Louis Tully)
Cristiana Lionello (Janine Melnitz)
Luca Lionello (Janosz Poha)
The Real Ghostbusters (1988)
Le voci:
Oreste Rizzini (dott. Peter Venkman)
Sergio Di Giulio (dott. Raymond Stantz)
Gianni Bertoncin (Winston Zeddemore)
Mario Cordova (Egon Spengler – prime 2 stagioni)
Claudio Capone (Egon Spengler – dalla 3 stagione in poi)
Cristiana Lionello (Janine Melnit)
Solvejg D’Assunta (Slimer)
Marzio Margine (Louis Tully)
Ghostbusters – The videogame (2009)
Le voci:
Sergio Di Giulio (dott. Raymond Stantz)
Massimo Foschi (Winston Zeddemore)
Michele Gammino (dott. Peter Venkman)
Mario Cordova (Egon Spengler)
Luca Sandri (Walter Peck)

Cinzia Massironi (Janine Melnitz)

MARIO MALDESI
Nato nel 1944, è attore, regista, direttore del doppiaggio e dialoghista. Esordisce come attore presso il Centro Universitario Teatrale di Roma, e dal 1952 inizia a calcare le scene dei principali teatri italiani, affiancando alla carriera di attore una ricchissima attività radiofonica e la partecipazione alle prime produzioni sperimentali della televisione italiana. Dal 1956 si dedica completamente al doppiaggio, occupandosi della direzione, della traduzione e degli adattamenti dei dialoghi. Le sue capacità in questo campo lo fanno diventare il direttore del doppiaggio più richiesto dai grandi registi stranieri, come il grande Stanley Kubrick. Fra i film che vantano il doppiaggio italiano curato da lui, possiamo citare “Il Laureato” (1967), “Per favore non mordermi sul collo” (1967), “Hollywood Party” (1968), buona parte dei film diretti da Stanley Kubrick tra cui “Il Dottor Stranamore” (1964), “Il dittatore dello stato libero di Bananas” (1971), le più divertenti commedie dirette e interpretate da Mel Brooks come “Frankenstein Junior” (1974), il cui adattamento dei dialoghi è considerato il migliore della storia del cinema, “Qualcuno volò sul nido del cuculo” (1975), la Trilogia Classica di “Guerre Stellari” e “Batman” (1989). Dal 1990 è docente presso la Scuola Nazionale di Cinema e dal 1998 insegna anche presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Vive attualmente a Lucignano (AR), dove insegna doppiaggio. Ha diretto il doppiaggio del film “Ghostbusters” (1984).
GIANNI BERTONCIN
Attore e doppiatore, ha lavorato con il Teatro Stabile di Genova, il Teatro Stabile di Torino e la Compagnia di Vittorio Gassman. Ha prestato la voce al personaggio del quarto acchiappafantasmi Winston Zeddemore, interpretato dall’attore Ernie Hudson, nel film “Ghostbusters II” (1989) e nella serie televisiva a cartoni animati “The Real Ghostbusters” (7 stagioni dal 1986 al 1991).
CLAUDIO CAPONE
Nato a Roma il 18 novembre 1952, è stato attore, doppiatore e direttore del doppiaggio; come doppiatore, ha lavorato in esclusiva alla CVD. Dopo le prime esperienze giovanili in campo televisivo e teatrale, decise di dedicarsi esclusivamente al doppiaggio. E’ stato la voce di Mark Hamill nei film “Guerre stellari” (1977), “L’Impero colpisce ancora” (1980) e “Il ritorno dello Jedi” (1983), Tim Matheson nei film “1941 – Allarme a Hollywood” (1979) e “Essere o non essere” (1983) e Steve Guttenberg nella fortunata serie cinematografica “Scuola di Polizia”. Tuttavia, la sua voce resta legata soprattutto al commento di documentari nei programmi televisivi “Quark”, “Superquark” e “Passaggio a Nord-Ovest” e a Ron Moss, attore della soap-opera “Beautiful”, da lui doppiato per molti anni. Ha prestato la voce al personaggio del dott. Egon Spengler, interpretato dall’attore Harold Ramis, nel film “Ghostbusters II” (1989) e nella serie a cartoni animati “The Real Ghostbusters” dalla terza stagione in poi. Ha doppiato inoltre un altro attore di “Ghostbusters”, Bill Murray, nel film “Stripes – Un plotone di svitati” (1981). Si è spento improvvisamente il 23 giugno 2008, all’età di 55 anni, mentre era in Scozia per lavoro.
MARIO CORDOVA
Nato a Catania il 9 marzo 1955, è attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista. Dopo il diploma alla scuola del Teatro Stabile di Genova, si trasferisce a Roma per concretizzare il suo sogno di fare l’attore. Inizia a doppiare grazie a Stefano Satta Flores, il quale, durante il doppiaggio di “10” di Blake Edwards, lo presenta a Mario Maldesi. Sarà proprio Maldesi a dargli, dopo un paio di piccole parti, il suo primo ruolo importante al leggio, facendogli doppiare Treat Williams ne “Il principe della città” (1981). Qualche anno dopo sempre Maldesi gli farà doppiare Egon Spengler nel film “Ghostbusters”, per il quale si inventerà una caratterizzazione rimasta celebre. Tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ‘90 diventa la voce di Richard Gere, Bruce Willis, Patrick Swayze e Jeremy Irons in numerosi film. Alterna il lavoro di doppiatore con quello di attore per il cinema, la televisione, il teatro e la radio. In televisione, dove interpreta il personaggio del dott.Vittorio Cortona in “Cento Vetrine”, è la voce di Kevin Sorbo, protagonista della serie “Hercules”, e direttore del doppiaggio di “Dawson’s Creek” e “24”, serie per la quale ha vinto l’Anello D’Oro al Festival del Doppiaggio Voci nell’Ombra nel 2003. Ha prestato la voce al personaggio del dott. Egon Spengler, interpretato dall’attore Harold Ramis, nel film “Ghostbusters” (1984), nelle prime due stagioni della serie televisiva a cartoni animati “The Real Ghostbusters” e nel videogioco “Ghostbusters – The Videogame” (2009). Ha doppiato inoltre altri due attori di “Ghostbusters”, Bill Murray nel film “Kingpin” (1996) e Ernie Hudson nel film “Congo” (1995).
RENATO CORTESI
Nato a Bergamo il 28 luglio 1939, è attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista. E’ cugino della cantante, attrice e doppiatrice Isa Bellini. Diplomato in recitazione alla scuola del “Piccolo Teatro” di Milano e attore di teatro, vanta molte apparizioni sia in televisione che in radio. Federico Fellini lo volle come doppiatore in nove dei suoi film. Voce di Gerard Depardieu, Andrè Dussollier, James Belushi e William Hurt in numerosi film, ha collaborato al doppiaggio di “Frankenstein Junior” (1974). Ha prestato la sua voce al personaggio di Walter Peck, interpretato da William Atherton, l’antagonista nel film “Ghostbusters” (1984). Ha doppiato inoltre altri due attori di “Ghostbusters”, Dan Aykroyd ne “I vicini di casa” (1981) e Harold Ramis in “Stripes – Un plotone di svitati (1981).
SERGIO DI GIULIO
Nato a Milano il 4 aprile 1945, è attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista. Ha studiato presso la scuola di recitazione “Alessandro Fersen” e fino al 1994 ha lavorato in esclusiva per la società di doppiaggio CVD. Attore di teatro, nel 1968 debuttò con lo spettacolo “L’estasi e il sangue” per la regia di Andrea Camilleri; in seguito, rimase per tre anni al Teatro Stabile di Roma, sotto la direzione di Franco Enriquez. Ha lavorato con Carlo Dapporto e Giorgio Albertazzi e recitato in famosi teatri romani quali il Teatro dell’Orologio e il Teatro Manzoni; ha inoltre recitato nella tragedia “Edipo Re” al Teatro Greco di Siracusa. Attivo al cinema, in televisione e alla radio, nel mondo del doppiaggio è la voce di James Belushi, William H. Macy e Steve Buscemi in numerosi film. Ha prestato la voce al personaggio del dott. Raymond Stantz, interpretato da Dan Aykroyd, nei film “Ghostbusters” (1984) e “Ghostbusters II” (1989), nella serie televisiva a cartoni animati “The Real Ghostbusters” (7 stagioni dal 1986 al 1991), in “Casper” (1995) e nel videogioco “Ghostbusters – The Videogame” (2009). Ha doppiato Dan Aykroyd anche nel film “Ai confini della realtà – Il film” (1983), nel segmento diretto da John Landis, e nella serie televisiva “P.S.I. Factor” (1998). Ha doppiato inoltre un altro attore di “Ghostbusters”, Bill Murray, nei film “Speaking of Sex” (2001) e “Osmosis Jones” (2001).
MASSIMO FOSCHI
Nato a Forlì nel 1939, è attore e doppiatore e padre dell’attore e doppiatore Marco Foschi. Vanta molte apparizioni in televisione e al cinema, dove ha lavorato tra gli altri con Franco Zeffirelli in “Fratello Sole, Sorella Luna” e “Otello”. E’ principalmente attore di teatro, dove ha recitato in importanti tragedie, commedie e drammi quali “Edipo Re”, “Andromaca”, “La tempesta”, “Misura per misura”, “Pilade”, “Casa cuore infranto” e “Il libro di Ipazia”. Da diversi anni si dedica alla lettura delle opere di Omero insieme all’attrice e doppiatrice Ottavia Piccolo. E’ la voce di Lance Henriksen, Terence Stamp e William Holden in numerosi film; è famoso inoltre per lo storico doppiaggio del personaggio di Darth Fener nei film “Guerre stellari” (1977), “L’Impero colpisce ancora” (1980), “Il ritorno dello Jedi” (1983) e “La vendetta dei Sith” (2005). Ha prestato la voce al personaggio del quarto acchiappafantasmi Winston Zeddemore, interpretato dall’attore Ernie Hudson, nel film “Ghostbusters” (1984) e nel videogioco “Ghostbusters – The Videogame” (2009).
MICHELE GAMMINO
Nato a Roma il 16 giugno 1941, è attore, doppiatore, direttore del doppiaggio, dialoghista e conduttore televisivo. Padre del doppiatore Roberto Gammino, il suo volto è noto al grande pubblico per la sua conduzione delle trasmissioni televisive “Giochi senza frontiere” e “Il sesso forte”. Ha recitato in sceneggiati televisivi e al cinema, soprattutto negli anni Settanta e Ottanta. In teatro ha recitato nel musical “Uomo”, dimostrando di essere anche un ottimo cantante. E’ la voce di Harrison Ford in quasi tutti i suoi film, e di Jack Nicholson, Bob Hopkins e Kevin Costner in numerosi film. Per l’ottimo lavoro svolto su Harrison Ford nel film “Le verità nascoste”, nel 2001 riceve il premio Voci nell’Ombra per la Miglior Voce Maschile (Sezione Cinema) e il premio del pubblico nella stessa categoria. Ha prestato la voce al personaggio del dott. Peter Venkman, interpretato dall’attore Bill Murray, nel videogioco “Ghostbusters – The Videogame” (2009). Ha inoltre doppiato Bill Murray in numerosi film: “Scappiamo col malloppo” (1990), “Tutte le manie di Bob” (1991), “Lo sbrirro, il boss e la bionda” (1993), “Ricomincio da capo” (1993), “Per amore di Vera” (1996), “L’uomo che sapeva troppo poco” (1997), “Rushmore” (1998), “Sex Crimes – Giochi pericolosi” (1998), “Il prezzo della libertà” (1999), “Charlie’s Angels” (2000), “The Lost City” (2005), “Il treno per il Darjeeling” (2007), “Agente Smart – Casino totale” (2008).
LIVIA GIAMPALMO
Nata a Genova il 14 ottobre 1941, è attrice, regista, sceneggiatrice e doppiatrice. Madre dell’attore e doppiatore Adriano Giannini, intraprende l’attività di doppiatrice dopo aver recitato in numerosi sceneggiati televisivi prodotti dalla RAI. Nel 1987 debutta alla regia con il film “Due volte vent’anni”, a cui segue, tre anni dopo, il suo debutto come sceneggiatrice con “Evelina e i suoi figli”. E’ la voce di Diane Keaton, Teri Garr in “Frankenstein Junior” e Anne Bancroft; tra le altre, ha doppiato Goldie Hawn e Shelley Winters. Ha prestato la voce al personaggio di Dana Barrett, interpretata dall’attrice Sigourney Weaver, nel film “Ghostbusters” (1984).
CRISTIANA LIONELLO
Nata a Roma il 14 giugno 1961, è attrice, doppiatrice, direttore del doppiaggio e dialoghista. Figlia dell’attore e doppiatore Oreste Lionello, è sorella dell’attore e doppiatore Luca Lionello e dell’attrice e doppiatrice Alessia Lionello. Come doppiatrice e direttore del doppiaggio, lavora in esclusiva alla CVD ed è la voce di Sharon Stone, Cate Blanchett e Nastassja Kinsky in numerosi film. Il suo primo doppiaggio importante è stato quello di “Manhattan” (1979), dove presta la voce a Mariel Hemingway, sotto la direzione del padre Oreste; da non dimenticare inoltre il suo doppiaggio di Annette Bening in “American Beauty” (1999). Nel 1998 ha ricevuto il premio Voci nell’Ombra come Miglior Voce Femminile (Sezione Cinema) per aver doppiato Pernilla August nel film “Conversazioni Private” (1996), e nel 2008 il Gran Premio del Doppiaggio come Miglior Doppiatrice non Protagonista per l’ottimo lavoro svolto su Cate Blanchett nel film “Io non sono qui” (2007). Come direttore di doppiaggio è stata premiata nel 2006 con l’Anello D’oro, sempre a Voci nell’Ombra, per la serie “Boomtown”, di cui ha diretto il doppiaggio insieme a Oreste Rizzini. E’ attiva come attrice al cinema, a teatro e in televisione. Ha prestato la voce alla segretaria Janine Melnitz, interpretata da Annie Potts, nel film “Ghostbusters II” (1989) e nella serie televisiva a cartoni animati “The Real Ghostbusters” (7 stagioni dal 1986 al 1991).
LUCA LIONELLO
Nato a Roma il 9 gennaio 1964, è attore e doppiatore. Figlio dell’attore e doppiatore Oreste Lionello e fratello delle attrici e doppiatrici Cristiana e Alessia Lionello, inizia la sua attività artistica giovanissimo. Come attore vanta una corposa filmografia, che comprende tra gli altri il film “La Passione di Cristo” (2004) di Mel Gibson, dove interpreta il ruolo di Giuda Iscariota, e “Nero Bifamiliare” (2007) di Federico Zampaglione, cantante dei Tiromancino. Ha prestato la voce al personaggio di Janosz Poha, interpretato dall’attore Peter MacNicol, l’antagonista nel film “Ghostbusters II” (1989).
ORESTE LIONELLO
Nato a Rodi, in Grecia, il 18 aprile 1927, è stato attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista. Padre delle attrici e doppiatrici Cristiana e Alessia Lionello e dell’attore e doppiatore Luca Lionello, ha lavorato come doppiatore con la CDC fino al 1971, per poi fondare l’anno seguente la società di doppiaggio CVD, della quale fu presidente dal 1990 fino alla morte. E’ considerato uno dei padri fondatori del cabaret all’italiana. Nel 1953 entrò a far parte della Compagnia del Teatro Comico Musicale di Radio Roma, di proprietà della RAI; attivo fin da subito in televisione, vanta numerose partecipazioni a film e spettacoli teatrali e radiofonici, nonché una lunghissima collaborazione artistica con la Compagnia del Bagaglino, fondata nella prima metà degli anni Sessanta. E’ stato la voce di di Gene Wilder in “Frankenstein Junior” (1974), di Dick Van Dyke in “Mary Poppins” (1964) di Peter Sellers ne “Il dottor Stranamore” (1964), di Michel Serrault nella trilogia del Vizietto, di Jon Voight e molti altri, ma nel mondo del doppiaggio è noto soprattutto per essere stato la voce di Woody Allen in quasi tutti i suoi film. Ha prestato la sua voce al personaggio del timido contabile Louis Tully, interpretato dall’attore Rick Moranis, nei film “Ghostbusters” (1984) e “Ghostbusters II” (1989), film del quale ha diretto il doppiaggio. Si è spento a Roma il 18 febbraio 2009, all’età di 81 anni.
MELINA MARTELLO
Nata a Milano il 16 aprile 1941, è attrice, doppiatrice e direttore del doppiaggio. Sorella del dialoghista Vittorio Martello, in qualità di doppiatrice e direttrice del doppiaggio è socia in esclusiva della CVD. E’ la voce di Diane Keaton, Mia Farrow e Kathleen Turner in numerosi film e ha doppiato molti film d’animazione Disney, come “Biancaneve e i sette nani” nel ridoppiaggio dei primi anni Settanta, nel quale dà la voce al personaggio protagonista. Ha vinto il premio Leggio D’oro nel 2004 come Miglior Voce Femminile. Ha prestato la sua voce al personaggio di Dana Barrett, interpretata dall’attrice Sigourney Weaver, nel film “Ghostbusters II” (1989).
ORESTE RIZZINI
Nato a Milano il 27 marzo 1940 e marito dell’adattatrice Fiorina Piscopo, è stato attore, regista, dialoghista e socio in esclusiva della CVD come doppiatore e direttore del doppiaggio. Prima di intraprendere la carriera di doppiatore, esordì come attore al Teatro Stabile di Trieste, dove rimase per cinque anni, per poi passare al Teatro Stabile di Torino e infine al Piccolo di Milano. Autore dello spettacolo teatrale “Finalmente si ride!”, tornò a teatro nel 2007 per curare la regia di “Dottor sale in zucca e Mister zucchero mannaro”, premiato al concorso Schegge d’Autore come Miglior Spettacolo. Attivo anche in radio, condusse la trasmissione “Varietà Varietà”. Doppiatore di Michael Douglas, Gene Hackman e Michael Caine in numerosi film, nel 2004 vinse il premio Leggio D’oro alla carriera e il premio Sirenetta come Miglior Voce Maschile. Ha prestato la voce al personaggio del dott. Peter Venkman, interpretato da Bill Murray, nei film “Ghostbusters” (1984) e “Ghostbusters II” (1989) e nella serie televisiva a cartoni animati “The Real Ghostbusters” (7 stagioni dal 1986 al 1991). Ha doppiato Bill Murray anche in altri due film, “Lost in Translation – L’amore tradotto” (2003) di Sofia Coppola e “Broken Flowers” (2005) di Jim Jarmusch. Si è spento a Roma il 18 marzo 2008, all’età di 67 anni.