“Ghostbusters Afterlife” nella short list per l’Oscar 2022!

Ieri l’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences ha annunciato i candidati per la short list per le prime 10 categorie degli Oscar 2022, e sorpresa c’è anche Ghostbusters Afterlife! Come visualizzabile nella storia che la pagina Instagram dell’Academy ha pubblicato ieri, il film di Jason Reitman potrebbe essere candidato nella categoria dei Migliori Effetti Visivi. Curiosamente, nel 1985 anche il primo Ghostbusters fu candidato nella stessa categoria – assieme a quella della migliore canzone, con il famoso pezzo di Ray Parker Jr. – senza vincere.

La votazione per le candidature agli Oscar inizierà giovedì 27 gennaio 2022 e terminerà martedì 1° febbraio. Le nomination agli Academy Awards saranno annunciate martedì 8 febbraio, mentre la cerimonia di premiazione si terrà domenica 27 marzo. Non possiamo che augurarci che il film riceva la nomination e magari la prima statuetta meritata alla nostra saga preferita!

E a proposito di Oscar, sapevate che la Columbia Pictures promosse Dan Aykroyd e Harold Ramis nella categoria Miglior Attore non Protagonista e Bill Murray come Miglior attore protagonista nel 1985? (For Your Consideration è il nome con il quale si indica quella forma di campagna pubblicitaria organizzata dalle compagnie cinematografiche per promuovere un loro prodotto esaltandone le qualità, specie film in uscita o titoli o attori in concorrenza ai premi Oscar).

Purtroppo nessuna delle tre candidature fu presa in considerazione ma siamo in grado di riprodurre due delle tre promozioni pubblicate su Variety.

“Ghostbusters Legacy” – novità dall’home-video!

Nuovissime dal fronte domestico per Ghostbusters Legacy, a un mese dall’uscita nelle sale.
Stando al sito tedesco specializzato Collectors-Junkies, Sony avrebbe reso pubblici alcuni dettagli sulle edizioni home video del film di Jason Reitman. Oltre al già annunciato steelbook britannico disponibile su Zavvi, da copione sono previste le edizioni singole in 4K Ultra HD (steelbook e non), in Blu-Ray e in DVD, nonché un cofanetto celebrativo in esclusiva su Amazon, comprensivo dei tre film della saga e di ben due dischi bonus, per il quale attualmente non disponiamo di maggiori info. L’articolo inoltre precisa che le specifiche pervenute fanno riferimento alle sole stampe alemanne, ma le stesse versioni giungeranno anche sui nostri scaffali.

 

Nelle edizioni singole di Ghostbusters Legacy, presentato nella sua versione originale di 124 minuti, saranno disponibili anche i seguenti extra (traduzione titoli provvisoria/non ufficiale):

  • CONTENUTI BONUS
    Easter eggs – Ce n’è un’altra!
    Scena inedita – E’ mai troppo tardi?
  • – FEATURETTE / MAKING OF
    Ghostbusters: una recensione
    Uno sguardo in avanti
    La resurrezione della Ecto-1
    Effetti speciali: i fantasmi di Ghostbusters Legacy
    Evocando lo spirito: dietro le quinte di Ghostbusters Legacy
    Istruzioni sull’attrezzatura per i fanatici della tecnologia

Allo stato attuale, l’uscita home video di Ghostbusters Afterlife negli Stati Uniti è prevista per il 1 Febbraio 2022. Qui il link per il pre-order su Amazon.com. Altra data ufficiale quella su Amazon tedesco, che riporta il 10 febbraio per tutte le edizioni.

Aggiornamento importante

Per il mercato italiano, il film uscirà sotto l’etichetta Eagle Pictures il prossimo 30 giugno 2022, e grazie allo scoop di Dvd-Store.it, possiamo riportare in anteprima le copertine italiane e i formati disponibili, ma per la data di uscita bisognerà aspettare ancora. I formati disponibili sono ovviamente DVD, Blu-Ray, in 4k, in 4k Steelbook e, attenzione, un cofanetto a forma di ghost-trap per il formato Ultra HD con ben otto dischi (di cui 3 Blu-ray 4K e 5 Blu-ray) più Libro.

Sul cofanetto siamo in attesa di maggiori dettagli ma intanto abbiamo raccolto le seguenti informazioni. La confezione, come si è detto a forma di trappola per fantasmi, conterrà:

  • Ghostbusters (1984) 2-DISCHI
  • Ghostbusters II (1989) 2-DISCHI
  • Ghostbusters: Afterlife (2021) 2-DISCHI
  • Uno sconosciuto set Blu-ray (2-DISCHI)
  • Il libro “Making Ghostbusters”.

Il box è prenotabile presso Walmart con uscita il prossimo 5 febbraio, ma anche in italiano al prezzo di 129,99 euro per il prossimo 30 giugno per la Eagle Pictures. La notizia è davvero una bomba per noi fan italiani, non solo per il contenuto video, ma anche per il libro allegato: Making Ghostbusters, uscito nel 1985 e scritto da Don Shay, è stata per molti anni l’unica pubblicazione sulla lavorazione del film attraverso immagini, disegni, interviste esclusive al cast, ma soprattutto con la sceneggiatura del film, analizzata nelle sue differenze con il film girato scena per scena. Questo libro, uscito fuori catalogo e pezzo da collezione molto ricercato, è inedito in Italia: aspettiamo conferme se arriverà tradotto anche da noi, perché sarebbe un regalo pazzesco per i fan di Ghostbusters!

Vi terremo aggiornati!

 

“Ghostbusters Afterlife” sfonda i 100 milioni al botteghino!

Dopo una partenza a razzo dalla sua uscita nelle sale il 18 novembre – come qui riportato – il film Ghostbusters Afterlife ha mantenuto le promesse pronosticate e ha superato i 100 milioni di dollari nel box office nazionale. Dopo il debutto del primo weekend con 44 milioni, nel momento in cui stiamo scrivendo la cifra è di $103,673,364 – in 4315 sale, al momento calate a 4059 – raggiunti in 19 giorni di programmazione. Il film di Jason Reitman è uno dei soli 11 film che quest’anno hanno superato i 100 milioni d’incasso nel territorio “domestico” (ovviamente scriviamo questo consapevoli del boom che incontrerà il nuovo film di Spider Man della Marvel, in uscita il prossimo 15 dicembre!): non avendo una cifra ufficiale del budget che la Sony ha affrontato per il marketing, possiamo solo basarci su quello del film, che a quanto pare è stato di 75 milioni di dollari: e in questo caso possiamo dire che il film è andato bene.

Nel territorio internazionale, il discorso è ancora incerto perché le cifre non sono ancora definitive e aggiornate su gran parte dell’Europa: è uscito il 1 dicembre in Francia, Indonesia, Russia e Corea del Sud, in Russia, Malesia, Grecia il 2 dicembre, e il 3 in Spagna, Norvegia e Romania. Inoltre, in altri continenti, come Australia, e paesi come il Giappone, citando due grossi mercati, le uscite sono previste rispettivamente il 1 gennaio e il 4 febbraio 2022.

Nei paesi oltreoceano, l’incasso registrato è di 42,9 milioni di dollari. In Inghilterra sta avendo un notevole successo: al 5 dicembre, ben 9,192,058 di sterline incassate nelle 637 sale previste per tutto il Regno Unito. In Italia, 2,3 milioni di euro e 337 mila spettatori sono i dati riportati da Cinetel, confermando l’ottima tenuta nelle oltre 400 sale in questo periodo pandemico difficile per il mercato cinematografico. Terzo paese in termini d’incasso è la Germania, dove le cifre sono vicine ai 2 milioni di euro ma non ancora aggiornate agli ultimi weekend del mese di dicembre. Quasi 4 i milioni di dollari registrati in Messico, il miglior incasso dell’America Latina. Tutte queste cifre – eccetto l’Italia che pubblica gli incassi quotidianamente – non sono aggiornate da Box Office Mojo dal weekend del 28 novembre. Non appena saranno riportati gli incassi dopo il 12 dicembre, avremo sicuramente una situazione aggiornata anche in vista dell’apertura del film in altri paesi.

Al momento, la somma globale è di 146 milioni di dollari. La situazione attuale nel mercato americano è dominata da Encanto, il nuovo film della Disney uscito il 24 novembre con 60 milioni di dollari incassati in 14 giorni e altrettanti nel mondo, mentre Ghostbusters Afterlife è in discesa naturale in questi weekend pre-natalizi senza grosse novità, almeno fino a quella che è stata definita la “tempesta perfetta” delle novità cinematografiche, con West Side Story (10 dicembre), Spider-Man: No Way Home (17 dicembre), e The Matrix: Resurrections (22 dicembre), che potrebbero tranquillamente spazzare via tutti i precedenti film per una nuova corsa all’oro. Detto questo, il film di Reitman potrebbe raggiungere i 200 milioni di dollari globalmente quando avrà raggiunto tutti i mercati previsti. E la corsa quindi sarà lunga.
Il mercato cinematografico sta avendo una profonda mutazione nei tempi di vendita in home-video, e quindi non dovremo aspettare troppo per riguardarcelo comodamente a casa: voci confermate da Amazon tedesco ci comunicano che il film uscirà in home-video per il prossimo 10 febbraio 2022, in formato Blu-ray, in edizione steelbook, e in Dvd. Ma ovviamente quando sarà ufficiale lo comunicheremo per tempo.

In un libro la vera storia di Ghostbusters

Un nuovo libro arriverà sugli scaffali il prossimo 1 novembre 2022, destinato a diventare un punto di riferimento per gli studiosi del franchise che ancora oggi spopola nelle sale: intitolato A Convenient Parallel Dimension: How Ghostbusters Slimed Us Forever (traducibile come La più vicina delle dimensioni parallele: come Ghostbusters ci ha smerdato per sempre) è un libro di 240 pagine scritto da James Green, Jr. racconta la unione dei talenti della commedia rivoluzionaria della metà degli anni ’70, la perfezione del primo Ghostbusters il cui successo sembrava inevitabile imporre un franchise, lo sforzo di cinque per realizzare Ghostbusters II, e di 31 per realizzare Ghostbusters III – è tutto qui raccontato con una incredibile attenzione ai dettagli, alle fonti e al coinvolgimento del lettore. Come ricorda la descrizione del libro, il primo capitolo è stato un blockbuster che ha combinato le nostre paure del paranormale con alcune delle menti comiche migliori dell’epoca, ed è ancora oggi la commedia horror più redditizia di tutti i tempi. Scaturirono due seguiti, un controverso reboot, due serie a cartoni animati, diverse saghe a fumetti, videogiochi, giocattoli, ma il libro “annienta miti antiquati e mezze verità sulle dinamiche alla base di questo colosso culturale e ne presenta la vera storia, fino all’ultima goccia di ectoplasma“. Il titolo è già disponibile per il pre ordine su Amazon americano e quello italiano.

Questa pubblicazione, che speriamo arrivi anche in Italia in tempo per il 38esimo anniversario del primo film, si aggiunge ai libri già usciti in questi giorni, come Harold Ramis, mio padre l’acchiappafantasmi, Il manuale per acchiappafantasmi e, in arrivo il 7 dicembre, il libro ufficiale del Making of di Ghostbusters Afterlife.  Editori, siamo pronti a credere in voi!

 

Backstage a sorpresa di “Ghostbusters – Afterlife”!

Mentre il film sta correndo per il decimo giorno consecutivo di programmazione da quando è uscito in America, raccogliendo ben 115 milioni di dollari dal botteghino internazionale, il materiale pubblicitario di Ghostbusters Afterlife ci sorprende con un interessantissimo backstage, direttamente dal press-kit elettronico (scovato in verità dalla filiale francese della Sony Pictures), che con qualche probabilità finirà in una futura edizione home-video.

Nel frattempo potete gustarvelo in questo articolo, non senza darvi alcune informazioni, prima su tutte il rischio di spoiler per alcune sequenze, e qualche dettaglio di quello che vedrete. Anzitutto, il video specifica che si tratta della troupe B-Roll, vale a dire la seconda unità che ha seguito le riprese secondarie o di raccordo fra una scena e l’altra. Queste riprese, che ricordiamo risalgono all’estate del 2019, ci mostrano molti momenti carini e divertenti, specie se avete amato il personaggio di Phoebe e di Podcast. Una delle prime che vediamo, ci mostrano la stunt-car utilizzata per il famoso salto della Ecto-1 che abbiamo visto negli ultimi trailer: la Cadillac non sarebbe mai sopravvissuta a quel salto compiuto dallo scatenato Trevor! Alcune riprese della Ecto-1 sono incalzanti, e chi ha già visto il film noterà che alcune prodezze – come il sedile del fuciliere che si muove al contrario – non sono finite nel film. Una gag tagliata vede una cameriera “smerdata”, mentre nella scena in cui Paul Rudd mostra i filmati dei vecchi Ghostbusters a Phoebe e Podcast, dice una battuta poi tagliata sugli eventi di New York negli anni ’80 (“Ci hanno fatto un film negli anni ’90“). Altra sequenza tagliata, Podcast che prova ad aprire la trappola mentre Phoebe lo scoraggia per i suoi tentativi con un righello. Interessante vedere Dan Aykroyd sul set dell’ufficio dello sceriffo: la sua presenza, giustificata per il suo ruolo di produttore esecutivo, non è una sorpresa poiché sua figlia Stella interpreta una poliziotta. La Sony ha tolto l’audio della canzone che Mckenna stava suonando con l’ukulele, ma a quanto pare stava divertendo Logan Kim. Gli amanti degli effetti speciali adoreranno le sequenze con i Terror Dog, il prototipo del P.K.E. e gli inseguimenti nelle riprese in esterni, e la scena di Rudd nel supermercato.

Questo video è insomma una vera chicca da non perdere!

Ghostbusters Legacy è ancora al cinema, correte a vederlo, apprezzerete di più questo video!

Rivelazioni dal libro su “Ghostbusters Afterlife” (SPOILER)!

Attenzione, il seguente articolo come indicato nel titolo contiene pesanti spoiler. Se vi dovesse essere sfuggito prima, non fatelo ora se non avete visto ancora il film. Se l’avete visto, proseguite pure.

Galeotto un post su Instagram dell’attrice McKenna Grace che ha pubblicato una foto di backstage dal set di Afterlife: l’occhio di tutti è andato sull’attore che alle sue spalle indossa l’uniforme di Egon Spengler.

Chi ha visto il film sa che il fantasma di Egon Spengler appare nel finale: molti avevano pensato che si trattasse di un attore somigliante a Harold Ramis, e invece no. Nonostante sia stata utilizzato un pesante trucco CGI, il regista originale di Ghostbusters Ivan Reitman ha interpretato il ruolo di Spengler per una manciata di inquadrature. E la cosa è rivelata da una fotografia presente nel libro Ghostbusters: Afterlife: The Art and Making of the Movie, in uscita in tutte le librerie il prossimo 7 dicembre. Eccola:

E dal libro leggiamo: “In uno dei momenti più significativi del film, i quattro Ghostbusters originali sono di nuovo uno accanto all’altro, con Phoebe che condivide uno zaino protonico con suo nonno mentre sconfiggono Gozer insieme. Per alcune riprese, (Jason) Reitman ha chiesto a suo padre, Ivan, di indossare la tuta da volo, sostituendo Spengler. “Quello è stato il momento più emozionante per me. Mio padre uno dei Ghostbusters originali”, afferma Reitman. “Sono entrato in questo film sperando di replicare una ricetta. Volevo assaggiare qualcosa che avevo da bambino. Ed è esattamente come voglio che si senta il pubblico. Voglio che si sentano come Phoebe“.

La scena in effetti è la più commovente di tutto il film. Come menzionato nel libro, Ivan Reitman è stato Egon “per alcune riprese”, mentre la performance maggiore l’ha regalata l’attore Bob Gunton, noto attore caratterista. Egli è visibile in questa bellissima fotografia pubblicata da Jason Reitman in occasione della Festa del Ringraziamento. Se aguzzate bene la vista, noterete pure chi altro c’è…

Il libro di Ozzy Inguanzo è già disponibile per il pre-ordine su Amazon italiano. Per quanto sia solo in lingua inglese, è visivamente uno spettacolo per gli occhi, e alleghiamo qui alcune pagine in anteprima.

Altre bellissime immagini di backstage sempre Jason dal suo profilo:

Jason Reitman: “Ghostbusters 2 è nel canone”

C’è una questione che assilla i fan dalle primissime foto trapelate dal set di Ghostbusters: Afterlife.
Che fine ha fatto Ghostbusters II? Possibile che Jason Reitman abbia deciso arbitrariamente di buttare via il secondo capitolo della saga (ormai la possiamo definire così) e rinnegare tutto quello che vi abbiamo visto accadere? A cominciare dalla storica automobile trasformata nella sfavillante Ecto-1A, e che in Afterlife troviamo invece riportata all’aspetto della normale Ecto-1, pur se con significative migliorie tecnologiche.
Interpellato per l’ennesima volta sulla questione, Jason Reitman ha risposto così:

Vorrei potervene parlare (della decisione di Egon di ridipingere il logo originale sulla Ecto-1). Mi limiterò a dire che è una sottotrama non presente in questo film, e che abbiamo idee in divenire. Ghostbusters II è assolutamente nel canone della storia. In Afterlife, i riferimenti a Ghostbusters II ci sono. Troviamo Ray che lavora all’Occultoteca; nella cucina della fattoria c’è il tostapane di Ghostbusters II. In realtà ci sono numerosi dettagli nascosti di Ghostbusters II, ma nessuno conosce davvero quel film al di fuori di Vigo il Carpatico e del logo. Ragion per cui si è diffusa questa supposizione che GB II non rientri più nel canone, mentre invece ci rientra eccome.

Una risposta molto precisa e netta, con la quale il regista si toglie (sempre con garbo) anche qualche sassolino dalla scarpa verso tutti quei fan che, già prima dell’inizio della lavorazione, hanno passato al setaccio e attaccato qualunque dettaglio “non tornasse”. Uno su tutti, l’affronto di posizionare la scaletta sul lato “sbagliato” dell’auto. Salvo poi scoprire che c’era un motivo ben preciso (e a nostro avviso grandioso) per quel cambio: il sedile da mitragliere. Quando il primo trailer mostrò quella modifica all’auto, la reazione dei fan fu di puro entusiasmo, e Jason Reitman postò una foto dell’auto col sedile fuori, e con la didascalia “Ma davvero pensavate che avessimo semplicemente sbagliato a mettere la scala?
Concetto puntualizzato e sottolineato con quest’ultima affermazione.
Chi ha realizzato questo terzo film è letteralmente cresciuto sui set dei primi due. Si è innamorato del cinema, su quei set. Noi tutti abbiamo passato al microscopio ogni fotogramma dei due “Ghostbusters” originali, ma lui era lì mentre quei fotogrammi venivano impressi su pellicola. Cerchiamo di non dimenticarlo.

Edoardo Stoppacciaro

Toccante omaggio agli acchiappafantasmi dalla rete!

Per celebrare l’uscita di Ghostbusters Afterlife, l’illustratore e fan Nial Spencer ha realizzato quattro poster che celebrano i quattro acchiappafantasmi originali, incluso Egon Spengler, la cui memoria e eredità è presente per quasi tutto il film di Jason Reitman. Ogni poster riflette su una caratteristica del personaggio: Venkman ha dello slime addosso, Winston ha del marshmallow, Stantz ha una trappola con sé, mentre Egon, ricordato con le date di nascita e di morte di Harold Ramis, è ricordato con i suoi proverbiali occhiali da vista. Ecco quanto pubblicato nel suo profilo Instagram.