Novità per “Ghostbusters: Legacy” in home-video in Italia

Notizia finalmente confermata da Eagle Pictures: le edizioni in DVD, Blu-Ray e in 4k di Ghostbusters Legacy e il cofanetto contenente il film e i primi due capitoli della saga con due dischi bonus anticipati giorni fa, usciranno in Italia il 2 febbraio per la Eagle Pictures. Non preoccupatevi se non riuscite a fare il pre-ordine del cofanetto, a breve dovrebbe tornare disponibile per l’acquisto, e nel caso saremo i primi a comunicarlo! (e nel frattempo, inseritelo nella lista dei desideri!).

Dal mondo delle piattaforme digitali, abbiamo solo una conferma al momento per la AppleTv, dove Legacy sarà disponibile dal 17 gennaio a 13,99€.

CLICCA QUI PER PRENOTARE IL COFANETTO GHOSTBUSTERS Uhd (3 Bd 4K + 5 Bd) + Libro 

CLICCA QUI PER PRENOTARE GHOSTBUSTERS LEGACY DVD

CLICCA QUI PER PRENOTARE GHOSTBUSTERS LEGACY BLU-RAY

CLICCA QUI PER PRENOTARE GHOSTBUSTERS LEGACY STEELBOOK BLU-RAY

CLICCA QUI PER PRENOTARE GHOSTBUSTERS LEGACY BLU-RAY UHD

Alcune anteprime della Ultimate Collection

In attesa della uscita della edizione home video di Ghostbusters Afterlife, ecco alcune anteprime del favoloso cofanetto Blu-ray di otto dischi – chiamato Ghostbusters Ultimate Collection – che come anticipato avrà extra incredibili, sopratutto scene eliminate inedite, le riprese giornaliere, la copia lavoro del primo film, e molto altro. In questo video, noterete l’attore Eugene Levy, che in Ghostbusters II (1989) interpretava il ruolo del cugino di Louis Tully, tagliato al montaggio; molto probabilmente il box conterrà, fra le scene eliminate, la sequenza di Ray indemoniato alla guida della Ecto-1A (scena ripresa nei fumetti e del romanzo ufficiale del film).
Riguardo Afterlife, avete notato Janine…in una scena che al cinema non si è vista? In questa esclusiva clip di dietro le quinte, c’è.
Altra succosa anteprima, quella degli Easter eggs: li avevate notati tutti?
Tutta questa meraviglia uscirà in America il prossimo 1 febbraio, mentre in Italia non abbiamo per il momento conferma della data ma non dovremo aspettare troppo!

 

Ghostbusters Ultimate Collection: confermati grandiosi extra!

Grazie a Ghostbusters News, siamo in grado di riportare dei dettagli importanti sul cofanetto in Blu-Ray 4k in uscita nel 2022 come qui riportato, dettagli clamorosi che ci apprestiamo ad elencare qui e ipotizzando quali contenuti dovremo aspettarci finalmente in home-video.

Come già annunciato, Ghostbusters Legacy uscirà in home video in tutti i formati il prossimo 1 febbraio negli Stati Uniti (e in Italia, salvo smentite, il 30 giugno 2022), e in più è in arrivo un mega cofanetto di 8 dischi in Blu-Ray contenente il film di Jason Reitman e i precedenti capitoli diretti dal padre Ivan nel 1984 e nel 1989. (in più, in digitale sarà disponibile nelle piattaforme Vudu, Prime Video, Apple TV, Google Play dal 4 gennaio, al momento solo negli USA).

Prima di riportare il comunicato stampa della Sony, ecco il video di una recente anteprima dei contenuti extra di Ghostbusters Afterlife:

THE GHOSTBUSTERS ULTIMATE COLLECTION contiene in formato 4k ULTRA HD e in formato Blu-Ray GHOSTBUSTERS, GHOSTBUSTERS II, GHOSTBUSTERS AFTERLIFE. Nel caso di Afterlife, i contenuti extra saranno gli stessi che si trovano nelle edizioni singole in Blu-ray.

 

Si aggiungono poi due dischi Blu-Ray di soli extra, per oltre 20 ore di contenuti in gran parte inediti.

DISCO 1 – GHOSTBUSTERS

NOVITÀ: rara versione di 114 minuti montata per le anteprime (SD) – questa prima versione del film è una cosiddetta copia lavoro con ciak alternativi, scene aggiuntive, effetti speciali non completati, e altro. (N.B.: tempo fa avevamo visto questa cassetta in formato beta conservata negli uffici della Ghost Corps, mostrata da Jason Reitman a Adam Savage!).
– Con il commento opzionale del produttore associato Joe Medjuck e del montatore Sheldon Kahn.

NOVITÀ: “Reitman Squared”, commento alle scene – uno sguardo a due scene del film commentate da Ivan & Jason Reitman

NOVITÀ: le audizioni perdute di Dana – otto provini per il ruolo di Dana Barrett, inclusi quelli di Denise Crosby, Kelly LeBrock e altre attrici! Con speciale ringraziamento a Brandon Kleyla.

NOVITÀ: “Ghostbusters: Behind Closed Doors” documentario di 90 minuti sulla realizzazione del film e la storia del franchise!

NOVITÀ: Ghostbusters Dailies – oltre un’ora di giornalieri (le riprese quotidiane non ancora montate) che comprendono sette scene del film. (NB: molto probabilmente saranno inclusi i video visti durante il Ghostbusters Fan Fest a Los Angeles nel 2019, cliccate qui per i dettagli alla voce scene eliminate).

NOVITÀ: versione televisiva integrale (SD) – contiene alcune sequenze diverse dalla edizione cinematografica.

Il contenuto è poi identico al cofanetto Blu-Ray uscito nel 2019:

16 scene eliminate

Spot televisivo degli acchiappafantasmi e vari ciak dello stesso.

La anteprima girata per i distributori girata nel 1984 da Aykroyd e Murray.

“A Moment With the Stars” EPK (Electronic Press Kit) originale.

Dietro le quinte del 1984.

Dietro le quinte con il team degli effetti speciali.

Dietro le quinte con la troupe.

Who You Gonna Call: A Ghostbusters Retrospective (con Ivan Reitman e Dan Aykroyd).

Ecto-1: Resurrecting the Classic Car (documentario sul restauro della Ecto-1)

Lo Scream test del fantasma della bibliotecaria di Ruth Oliver

Multi-Angle Explorations

Confronti con lo Storyboard

Galleria foto

Video musicale “Ghostbusters” di Ray Parker, Jr.

Trailer e promo.

DISCO 2 – GHOSTBUSTERS II & GHOSTBUSTERS: AFTERLIFE

GHOSTBUSTERS II

NOVITÀ: “Reitman Squared”, commento alle scene – uno sguardo a due scene del film commentate da Ivan & Jason Reitman

NOVITÀ: 19 scene eliminate – una collezione di scene mai viste! (quasi certamente fra quelle anticipate nella scheda del film che trovate qui).

NOVITÀ: Ghostbusters II Soundtrack Promo – una scena del film commentata dal compositore Randy Edelman

NOVITÀ: versione televisiva integrale (SD) – contiene alcune sequenze diverse dalla edizione cinematografica.

Il contenuto è poi identico al cofanetto Blu-Ray uscito nel 2019:

7 ulteriori scene eliminate

“The Oprah Winfrey Show: Cast of Ghostbusters II” – giugno 1989

Time Is But A Window: Ghostbusters II and Beyond (con Ivan Reitman e Dan Aykroyd).

Ghostbusters II EPK originale.

“On Our Own” video musicale di Bobby Brown

Vari Trailer

GHOSTBUSTERS: AFTERLIFE

Jason’s Sneak Peek from Set (una sbirciata sul set con Jason)

Vari Trailer

***

Quindi questi otto dischi non possono mancare nella vostra videoteca, ricordando che questo cofanetto conterrà anche una ristampa del libro Making Ghostbusters (1985), la sceneggiatura del primo film analizzata scena per scena, pubblicazione a lungo fuori catalogo e finalmente tornata disponibile. Al momento, la Eagle Pictures non ha confermato se effettivamente il libro sarà tradotto in italiano, ma le aspettative sono molto basse. Questa edizione colmerà ogni desiderio del fan più esigente, con il recupero di materiale ancora oggi inedito. Quindi non vi rimane altro che cliccare nei link sottostanti per la prenotazione.

CLICCA QUI PER PRENOTARE IL COFANETTO GHOSTBUSTERS Uhd (3 Bd 4K + 5 Bd) + Libro 

CLICCA QUI PER PRENOTARE GHOSTBUSTERS LEGACY DVD

CLICCA QUI PER PRENOTARE GHOSTBUSTERS LEGACY BLU-RAY

CLICCA QUI PER PRENOTARE GHOSTBUSTERS LEGACY STEELBOOK BLU-RAY

CLICCA QUI PER PRENOTARE GHOSTBUSTERS LEGACY BLU-RAY UHD

 

In un libro la vera storia di Ghostbusters

Un nuovo libro arriverà sugli scaffali il prossimo 1 novembre 2022, destinato a diventare un punto di riferimento per gli studiosi del franchise che ancora oggi spopola nelle sale: intitolato A Convenient Parallel Dimension: How Ghostbusters Slimed Us Forever (traducibile come La più vicina delle dimensioni parallele: come Ghostbusters ci ha smerdato per sempre) è un libro di 240 pagine scritto da James Green, Jr. racconta la unione dei talenti della commedia rivoluzionaria della metà degli anni ’70, la perfezione del primo Ghostbusters il cui successo sembrava inevitabile imporre un franchise, lo sforzo di cinque per realizzare Ghostbusters II, e di 31 per realizzare Ghostbusters III – è tutto qui raccontato con una incredibile attenzione ai dettagli, alle fonti e al coinvolgimento del lettore. Come ricorda la descrizione del libro, il primo capitolo è stato un blockbuster che ha combinato le nostre paure del paranormale con alcune delle menti comiche migliori dell’epoca, ed è ancora oggi la commedia horror più redditizia di tutti i tempi. Scaturirono due seguiti, un controverso reboot, due serie a cartoni animati, diverse saghe a fumetti, videogiochi, giocattoli, ma il libro “annienta miti antiquati e mezze verità sulle dinamiche alla base di questo colosso culturale e ne presenta la vera storia, fino all’ultima goccia di ectoplasma“. Il titolo è già disponibile per il pre ordine su Amazon americano e quello italiano.

Questa pubblicazione, che speriamo arrivi anche in Italia in tempo per il 38esimo anniversario del primo film, si aggiunge ai libri già usciti in questi giorni, come Harold Ramis, mio padre l’acchiappafantasmi, Il manuale per acchiappafantasmi e, in arrivo il 7 dicembre, il libro ufficiale del Making of di Ghostbusters Afterlife.  Editori, siamo pronti a credere in voi!

 

Jason Reitman: “Ghostbusters 2 è nel canone”

C’è una questione che assilla i fan dalle primissime foto trapelate dal set di Ghostbusters: Afterlife.
Che fine ha fatto Ghostbusters II? Possibile che Jason Reitman abbia deciso arbitrariamente di buttare via il secondo capitolo della saga (ormai la possiamo definire così) e rinnegare tutto quello che vi abbiamo visto accadere? A cominciare dalla storica automobile trasformata nella sfavillante Ecto-1A, e che in Afterlife troviamo invece riportata all’aspetto della normale Ecto-1, pur se con significative migliorie tecnologiche.
Interpellato per l’ennesima volta sulla questione, Jason Reitman ha risposto così:

Vorrei potervene parlare (della decisione di Egon di ridipingere il logo originale sulla Ecto-1). Mi limiterò a dire che è una sottotrama non presente in questo film, e che abbiamo idee in divenire. Ghostbusters II è assolutamente nel canone della storia. In Afterlife, i riferimenti a Ghostbusters II ci sono. Troviamo Ray che lavora all’Occultoteca; nella cucina della fattoria c’è il tostapane di Ghostbusters II. In realtà ci sono numerosi dettagli nascosti di Ghostbusters II, ma nessuno conosce davvero quel film al di fuori di Vigo il Carpatico e del logo. Ragion per cui si è diffusa questa supposizione che GB II non rientri più nel canone, mentre invece ci rientra eccome.

Una risposta molto precisa e netta, con la quale il regista si toglie (sempre con garbo) anche qualche sassolino dalla scarpa verso tutti quei fan che, già prima dell’inizio della lavorazione, hanno passato al setaccio e attaccato qualunque dettaglio “non tornasse”. Uno su tutti, l’affronto di posizionare la scaletta sul lato “sbagliato” dell’auto. Salvo poi scoprire che c’era un motivo ben preciso (e a nostro avviso grandioso) per quel cambio: il sedile da mitragliere. Quando il primo trailer mostrò quella modifica all’auto, la reazione dei fan fu di puro entusiasmo, e Jason Reitman postò una foto dell’auto col sedile fuori, e con la didascalia “Ma davvero pensavate che avessimo semplicemente sbagliato a mettere la scala?
Concetto puntualizzato e sottolineato con quest’ultima affermazione.
Chi ha realizzato questo terzo film è letteralmente cresciuto sui set dei primi due. Si è innamorato del cinema, su quei set. Noi tutti abbiamo passato al microscopio ogni fotogramma dei due “Ghostbusters” originali, ma lui era lì mentre quei fotogrammi venivano impressi su pellicola. Cerchiamo di non dimenticarlo.

Edoardo Stoppacciaro

L’album inedito della famiglia Ghostbusters

Sull’onda dell’entusiasmo per la saga di Ghostbusters, Vanity Fair ha pubblicato un articolo con delle foto mai viste sul set di Ghostbusters del 1984 e di Ghostbusters II, del 1989. Sono scatti davvero belli, quasi intimi, con la presenza dei piccoli Murray, Ramis e Reitman.

Le prime fotografie vedono il piccolo figlio di Bill Murray, Homer, oggi ristoratore a Brooklyn. Homer era troppo piccolo per averne ricordi oggi, ma Jason ha detto: “Ricordo che Homer Murray era come il diavolo della Tasmania“. Da queste istantanee non fatichiamo a crederci! Jason chiede al padre Ivan durante l’intervista per Vanity, “Ti sembrava un set sicuro per bambini?? I set a volte sembrano parco giochi, a volte sono pericolosi“. Risponde Ivan: “Penso che questo sembrava più un parco giochi, perché era un grande spazio aperto. Voglio dire, non credo che fossero al sicuro sotto il lampadario quando l’abbiamo fatto schiantare sul tavolo, ma la maggior parte delle volte lo era“.

Si passa poi al set di Ghostbusters II: Jason non sta dirigendo Dan Aykroyd – questo sarebbe accaduto trent’anni dopo esatti – ma probabilmente stanno parlando di altro. Dietro lo zaino protonico di Dan c’è la tazza promozionale degli acchiappafantasmi, ricordate? “uno per famiglia!”

Su un altro set si vedono Ivan, Jason e Bill Murray guardare quelle che Jason ricorda essere come uno dei primi concept art di Vigo. Padre e figlio discutono su quello che era l’atteggiamento di Murray come improvvisatore perenne delle sue battute, alla ricerca di una colonna da seguire per migliorare la scena. Jason intuisce cosa intende papà Ivan, e cioè Murray costruiva la scena per ottenere una opportunità di scatenare la risata a suo favore.

“Qui”, dice Jason, “è dove è cominciata la mia ossessione [di diventare regista]”. A volte Ivan faceva finta di arrabbiarsi perché Jason non sembrava troppo interessato a quello che stessero facendo, e allora lo invitava a guardare dentro l’obiettivo.

Altra visitatrice sul set, Violet, la primogenita di Harold, in questo scatto fatto durante le riprese della scena del tribunale. Violet nel 2018 avrebbe poi pubblicato un libro di memorie poi edito da noi recentemente. “È un vero incrocio tra Harold e sua madre [Anne Plotkin], e ha un senso dell’umorismo adorabile e bizzarro”, ricorda Ivan. “Penso che avessero una relazione molto matura”. “Quando leggi il libro di Violet, hai un’idea di come fosse la loro relazione, padre in figlia”, dice Jason, che si è consultato con lei sulla sceneggiatura di Afterlife e sul modo in cui ha gestito l’eredità di suo padre come Egon. “L’ha chiaramente trattata come un’adulta fin dall’inizio. Questo è diventato parte del loro legame, ed è quello che vedo in questa foto. C’è chiaramente una vera amicizia lì”.

Ivan ha sempre ritagliato piccole partecipazioni alla sua famiglia: era Jason il bambino che diceva a Ray Stantz “Mio padre dice che vendete fumo e merda”, ma anche Catherine – oggi star della serie CBS Workin’ Moms – appariva in Ghostbusters II. Era la bambina la cui gioia era monitorata da Egon, nella scena che si concludeva con la sua frase, “Vediamo cosa succede quanto le togliamo il cucciolo”.

Una terza figlia, Caroline, era troppo piccola per avere una parte, ma sul set è giunta in un giorno davvero speciale. Ricorda Ivan: “Quella è la mamma di Jason, mia moglie, Geneviève, che dà da mangiare alla bambina. E quello è il giorno in cui è arrivata con in braccio quel bambino dal Nevada, dove l’abbiamo adottata”, dice Ivan. “È venuta direttamente sul set, che era agli studi di Burbank, per mostrarmi il bambino. Questo è il primo momento in cui ho avuto modo di vederla. Ovviamente, ha avuto modo di incontrare i Ghostbusters”.

 

Documentario su “Ghostbusters II” in arrivo

In occasione della riedizione nelle sale americane del documentario Cleanin’ Up The Town: Remembering Ghostbusters, diretto da Anthony Bueno e distribuito in home-video anche da noi, in uscita il 1 ottobre 2021, è notizia recente che la seconda parte del documentario, dedicato alla lavorazione di Ghostbusters II, è molto vicino ad essere completato. Il film, intitolato Too Hot To Handle: Remembering Ghostbusters II, era in verità la seconda parte del documentario che nel 2016 fu deciso di dividere in due sezioni distinte per ogni film, e che da circa un anno era in fase di post-produzione. Molto recentemente il regista aveva dichiarato di aver ricominciato le riprese per alcune interviste inedite, e che il compositore di GB2, Randy Edelman, avrebbe composto le musiche del documentario.

“Contrariamente alla credenza popolare, Ghostbusters II ha un enorme seguito”, ha commentato il regista Anthony Bueno, e che rispetto al primo capitolo ha una storia di produzione molto diversa e più intrigante da raccontare. Molte le interviste ai protagonisti della lavorazione: Dan Aykroyd, Harold Ramis, Ernie Hudson e Sigourney Weaver, Ivan Reitman, i produttori Joe Medjuck e Michael C. Gross, cast degli effetti speciali come Dennis Muren e Ned Gorman, e molti altri. Potrete seguire gli sviluppi della lavorazione cliccando nel sito ufficiale.

Ghostbusters Italia, già supervisore dei sottotitoli italiani della versione italiana disponibile in home-video, seguirà l’esito del film assieme a voi!

Siamo pronti a credere alla Bueno Productions!