La campagna Hasbro per Ghostbusters si chiude con successo!

Si è conclusa poche ore fa la campagna di crowdfunding del progetto Haslab di Hasbro dedicata alla produzione del celebre proton pack, in scala 1:1, apparso nel recente film Ghostbusters: Afterlife (in Italia Ghostbusters: Legacy).

Quando Hasbro presentò il progetto diversi mesi fa queste furono le premesse: “Il fandom degli Acchiappafantasmi è una squadra straordinaria, che si veste per l’azione e l’avventura ogni giorno dal primo giorno. Ecco perché quando stavamo determinando esattamente cosa avremmo dovuto offrire in questo progetto Ghostbusters HasLab, sapevamo che doveva assolutamente essere il Proton Pack – e non un Proton Pack qualsiasi, ma il Proton Pack di Egon Spengler! Lavorando direttamente con i nostri partner di Sony Pictures Consumer Products e Ghost Corps, ai nostri talentuosi designer è stato fornito tutto il necessario per creare un Ghostbusters Plasma Series Spengler’s Proton Pack in scala 1:1, ispirato al film.

A seguito di questo il prototipo è stato mostrato anche con la partecipazione dell’iconico Adam Savage (noto attore, presentatore e poliedrico animatore, scenografo, propmaker, graphic designer, tecnico degli effetti visivi, proiezionista, cameraman, disegnatore di giocattoli nonché proprietario di una galleria d’arte).

Così il “Ghostbusters Plasma Series Spengler’s Proton Pack” ha preso vita partendo da una scansione dell’oggetto di scena di Ghostbusters: Afterlife, l’hero Proton Pack impiegato nelle riprese, inserendo elementi quali luci, suoni e vibrazione come nel recente prodotto Hasbro “Ghostbusters Plasma Series Spengler’s neutrino wand” di cui ne è il diretto completamento (il proton pack non includerà infatti la wand) con piena compatibilità di connessione e aggancio.

Modulare e leggero, includerà due modalità di funzionamento con luci e suoni dal classico film Ghostbusters del 1984 e dal recente Ghostbusters del 2021: Afterlife.

I dettagli risultano incredibilmente accurati con in più la possibilità per la prima volta in assoluto di poter aprire il ciclotrone ed esplorare il suo funzionamento interno.

Hasbro ha lavorato inoltre affinché gli utenti possano agilmente personalizzare e “customizzare” il proton pack per renderlo un prop preciso approntando ad esempio agevoli attacchi per un supporto degli spallacci “Alice frame” o la sostituzione di alcuni componenti.

Per il raggiungimento del target necessario all’entrata in produzione dello zaino erano richiesti 7.000 sostenitori entro la data di termine del 12 dicembre 2021. In pochi giorni il progetto ha raggiunto il target minimo richiesto… ma come ogni buon crowdfunding erano previsti dei vantaggi all’aumentare dei sostenitori… in particolare a 9.000 sostenitori si sarebbe sbloccato il “Class I Unlockable Stretch Goal: THE CLASSIC BUNDLE” che comprende il tubo di connessione dello zaino protonico alla wand (con piena compatibilità di alimentazione) e una serie di adesivi metallizzati per personalizzare lo zaino, a 11.000 sostenitori si sarebbe sbloccato il “Class II Unlockable Stretch Goal: THE GHOSTBUSTERS: AFTERLIFE BUNDLE” che comprende una serie di figure di Mini Puft arrostiti (che possono essere alloggiati in un compartimento dello zaino) e una serie di “colate di mashmallow” applicabili allo zaino, a 13.000 sostenitori si sarebbe sbloccato il “Class III Unlockable Stretch Goal: THE SPENGLER SPECIAL” che comprende un diario di Egon Spengler con dettagli di costruzione e funzionamento delle sue attrezzature ed infine a 15.000 sostenitori si sarebbe sbloccato il “Class IV Unlockable Stretch Goal: THE SUPERNATURAL STAND” che comprende lo stand in cui esporre lo zaino protonico.

Alla chiusura del progetto sono stati registrati un totale di 21.615 sbloccando tutti i vantaggi promessi ai sostenitori. In più per chi era sostenitore del progetto nei primi giorni e possedeva un abbonamento Hasbro Pulse Premium (previsto solo per USA, Canada e UK) si aggiunge un accessorio che comprende dello slime applicabile allo zaino.

Chi ha sempre sognato di indossare uno zaino protonico ed ha sostenuto il progetto potrà vedere il suo sogno avverarsi… ma dovrà aspettare la produzione e distribuzione degli stessi prevista per la primavera del 2023 ma intanto potranno divertirsi con la “Ghostbusters Plasma Series Spengler’s neutrino wand” già disponibile nei migliori store e che sarà necessaria al completamento dello zaino protonico!

Rivelazioni dal libro su “Ghostbusters Afterlife” (SPOILER)!

Attenzione, il seguente articolo come indicato nel titolo contiene pesanti spoiler. Se vi dovesse essere sfuggito prima, non fatelo ora se non avete visto ancora il film. Se l’avete visto, proseguite pure.

Galeotto un post su Instagram dell’attrice McKenna Grace che ha pubblicato una foto di backstage dal set di Afterlife: l’occhio di tutti è andato sull’attore che alle sue spalle indossa l’uniforme di Egon Spengler.

Chi ha visto il film sa che il fantasma di Egon Spengler appare nel finale: molti avevano pensato che si trattasse di un attore somigliante a Harold Ramis, e invece no. Nonostante sia stata utilizzato un pesante trucco CGI, il regista originale di Ghostbusters Ivan Reitman ha interpretato il ruolo di Spengler per una manciata di inquadrature. E la cosa è rivelata da una fotografia presente nel libro Ghostbusters: Afterlife: The Art and Making of the Movie, in uscita in tutte le librerie il prossimo 7 dicembre. Eccola:

E dal libro leggiamo: “In uno dei momenti più significativi del film, i quattro Ghostbusters originali sono di nuovo uno accanto all’altro, con Phoebe che condivide uno zaino protonico con suo nonno mentre sconfiggono Gozer insieme. Per alcune riprese, (Jason) Reitman ha chiesto a suo padre, Ivan, di indossare la tuta da volo, sostituendo Spengler. “Quello è stato il momento più emozionante per me. Mio padre uno dei Ghostbusters originali”, afferma Reitman. “Sono entrato in questo film sperando di replicare una ricetta. Volevo assaggiare qualcosa che avevo da bambino. Ed è esattamente come voglio che si senta il pubblico. Voglio che si sentano come Phoebe“.

La scena in effetti è la più commovente di tutto il film. Come menzionato nel libro, Ivan Reitman è stato Egon “per alcune riprese”, mentre la performance maggiore l’ha regalata l’attore Bob Gunton, noto attore caratterista. Egli è visibile in questa bellissima fotografia pubblicata da Jason Reitman in occasione della Festa del Ringraziamento. Se aguzzate bene la vista, noterete pure chi altro c’è…

Il libro di Ozzy Inguanzo è già disponibile per il pre-ordine su Amazon italiano. Per quanto sia solo in lingua inglese, è visivamente uno spettacolo per gli occhi, e alleghiamo qui alcune pagine in anteprima.

Altre bellissime immagini di backstage sempre Jason dal suo profilo:

Toccante omaggio agli acchiappafantasmi dalla rete!

Per celebrare l’uscita di Ghostbusters Afterlife, l’illustratore e fan Nial Spencer ha realizzato quattro poster che celebrano i quattro acchiappafantasmi originali, incluso Egon Spengler, la cui memoria e eredità è presente per quasi tutto il film di Jason Reitman. Ogni poster riflette su una caratteristica del personaggio: Venkman ha dello slime addosso, Winston ha del marshmallow, Stantz ha una trappola con sé, mentre Egon, ricordato con le date di nascita e di morte di Harold Ramis, è ricordato con i suoi proverbiali occhiali da vista. Ecco quanto pubblicato nel suo profilo Instagram.