Henry Calvert visita il set di Ghostbusters!

L’influencer londinese Henry Calvert, noto su Tik Tok come grande appassionato sulla pop culture, da Disney a Star Wars alla Marvel, ha pubblicato lo scorso 18 ottobre un post di tre foto che testimoniano una sua visita sul set di “Firehouse” a Londra lo scorso giugno, e oggi due video realizzati per il lancio del nuovo videogioco VR di Ghostbusters. E ha così commentato:

A giugno mi sono divertito moltissimo sul set del prossimo film di Ghostbusters. E’ stato così surreale vedere la vera Ecto-1 e andare dietro le quinte di un franchise che adoro. Mi sono divertito a giocare al gioco di prossima uscita Ghostbusters: Rise of the Ghostlord su PS VR2 e non ringrazierò mai abbastanza PlayStation, Sony e nDreams per avermi regalato una giornata così divertente e memorabile. Ci sono ancora tante cose che non vedo l’ora di condividere, quindi tenete gli occhi aperti per altre macabre bontà”.

Henry non ha perso tempo, ha visitato il set, salito sulla Ecto-1, “assaggiato” lo slime, provato lo “Slime Blower” (una strizzata d’occhio a Ghostbusters 2 presente nel nuovo film?), e di fronte la Occultoteca ha provato il nuovo VR di Ghostbusters. Qui gli scatti pubblicati, e qualche dettaglio dai video di Tik Tok.

 

@henry_calvert

Who you gonna call? Me, that’s who, because back in June I completed my Ghostbuster training day. Can’t wait to share more about this day and Ghostbusters: Rise of the Ghost Lord. @PlayStation @nDreamsVR #AD #Ghostbusters #VirtualReality #GhostbustersVR #ROTGL #GhostbustersRiseOfTheGhost Lord #PSVR2

♬ original sound – Henry_Calvert

@henry_calvert

Ghostbusting? Completed it mate. Make sure you check out Ghostbusters: Rise of the Ghost Lord coming this October on PS VR2. @PlayStation @nDreamsVR #Ghostbusters #VirtualReality #GhostbustersVR #ROTGL #GhostbustersRiseOfTheGhost Lord #PSVR2

♬ original sound – Henry_Calvert

Un primo trailer imminente?

Vista la situazione attuale a Hollywood, verrebbe da chiedersi: ma il primo trailer del prossimo Ghostbusters quando arriverà? In assenza attualmente di informazioni ufficiali, possiamo solo fare delle ipotesi che condividiamo con voi.

Cosa abbiamo visto ufficialmente finora? Solo questo:

https://twitter.com/Ghostbusters/status/1666822408949596168

E cosa sappiamo? Il film è stato completato a fine giugno dopo novantatré giorni di riprese principali a Londra, e quelle secondarie a New York; durante il Ghostbusters Day dello scorso 8 giugno, la Sony ha pubblicato il primo teaser poster che rivela una possibile ambientazione glaciale; sappiamo che tornerà tutto il cast del precedente Legacy, più alcune novità; l’azione principale si svolgerà a New York; il titolo di lavorazione è “Firehouse”, ma probabilmente avremo un nuovo titolo definitivo; un primo montaggio è stato completato in tempo per il primo screening per il regista Gil Kenan e il co-sceneggiatore e produttore Jason Reitman; l’uscita del film è prevista per il 29 marzo 2024. Solitamente, la promozione cinematografica prevede l’uscita di un primo trailer sei mesi prima dell’uscita ufficiale, esattamente come accadde per il precedente Legacy: previsto per le sale nel luglio 2020, il primo trailer uscì nel dicembre del 2019. Ma come ricordiamo, a causa della pandemia il film fu distribuito solo nel novembre del 2021; e anche questa volta, la situazione non è delle migliori. Lo slittamento da dicembre a marzo a causa del blocco produttivo dovuto allo sciopero è caduto proprio quando mancavano otto mesi all’uscita del film. Seppure ora siamo nei tempi soliti di una uscita di un trailer, il sindacato parla chiaro, gli attori non possono partecipare a eventuali reshoot o doppiaggi, compromettendo la possibilità di montare un trailer per il quale spesso il doppiaggio è necessario. Ora, a prescindere se lo sciopero non sarà risolto entro la fine dell’anno dovremo aspettarci un nuovo rinvio, torniamo alla domanda principale: quando potrebbe uscire un trailer o una anticipazione del film?

La ipotesi più realistica è verso la fine di ottobre, periodo solitamente proficuo per il marketing di Ghostbusters grazie ad Halloween, o entro il Giorno del Ringraziamento (che quest’anno cade il 23 novembre), fase vacanziera molto importante negli Stati Uniti. Se non dovessero essere necessari voice over, Gil Kenan potrebbe realizzare un teaser trailer per rivelare almeno il titolo definitivo e qualche immagine in anteprima, mentre un trailer significativo potrebbe essere distribuito durante il Super Bowl dell’11 febbraio 2024. Incrociamo le dita – ma non i flussi…lo sapete già…

IL CAST TECNICO

Secondo l’IMDB, alcuni nomi possiamo confermarli e non mancano le sorprese. Riconfermati il direttore della fotografia Eric Steelberg e il montatore Nathan Orloff, affiancato dal collega Shane Reid, mentre i supervisori nel reparto degli effetti speciali visivi sono due grosse novità: Geoffrey Baumann e Eric Brevig. Mentre Eric ha nel curriculum un premio Oscar e film del calibro di Men in Black, Pearl Harbor, e il reboot di Ghostbusters come consulente, il collega Baumann ha lavorato negli ultimi dieci anni per la Marvel, con Iron Man 3, The Avengers, Captain America: The Winter Soldier, Civil War, Avengers, Age of Ultron, Doctor Strange, Black Panther (per il quale ha vinto il Bafta). E riconfermato anche il make-up artist del film, Arjen Tuiten, che proprio ieri ha condiviso il teaser poster del film nel suo profilo Instagram:

Il teaser poster del prossimo film nelle sale americane!

Con un film rinviato alla prossima Pasqua, e una lavorazione rallentata a causa dello sciopero scrittori-attori ancora in atto negli Stati Uniti, la Sony Pictures ha tuttavia cominciato la promozione nell’unico modo possibile, con l’invio – seppur discontinuo, almeno secondo le segnalazioni sui social – del teaser poster con il logo “no ghost” congelato nelle catene delle sale cinematografiche. Inoltre, ha inviato alla caserma dei vigili del fuoco “Hook & Ladder 8”, luogo di culto per i fan di Ghostbusters, un pacco regalo con all’interno il poster e alcuni berretti da baseball con il logo. Segnalazioni del poster ci provengono dalla pagina di Arizona Ghostbusters – ovviamente in Arizona – e da “atthemovieswithrj“, nel cinema Tamiami 18 di Miami, Florida, una delle sale della catena AMC. La frase “Esclusivamente nei cinema – prossimamente” è la speranza che sta arrivando!

“Firehouse” è in fase di post-produzione, intanto, e le ultime notizie ci avevano confermato che il regista Gil Kenan con il suo socio scrittore e produttore Jason Reitman avevano assistito, a Londra, al primo test screening del film. Seguiteci per tutti gli aggiornamenti!

Oggi primo test screening del nuovo film di Ghostbusters!

Un aggiornamento sulla lavorazione del nuovo film di Ghostbusters, sequel di Afterlife e noto con il nome di lavorazione Firehouse, è giunto ieri sera durante la presentazione della proiezione della copia lavoro del primo film del 1984, a Londra: introdotta da Jason Reitman al Prince Charles Cinema, alla proiezione si è presentato anche Gil Kenan, regista e co-sceneggiatore del nuovo film, spiegando al pubblico il motivo della presenza dell’americano Reitman nel Regno Unito, oltre alla serata dedicata al film diretto dal padre Ivan. Jason e Gil, per inciso, saranno questa mattina impegnati alla visione della primissima copia lavoro di Firehouse, segno inequivocabile che la lavorazione è andata avanti abbastanza da completare un montaggio provvisorio per la post-produzione, nonostante a Hollywood le attività si sono fermate a causa del doppio sciopero sceneggiatori e attori. Kenan ha scherzato con il pubblico dicendo “Dovremmo proiettarlo stasera?”, ottenenendo una reazione del pubblico calorosa, come potete vedere nel video qui sotto riportato.

Il sequel di Ghostbusters, il quarto film della saga, arriverà nelle sale il prossimo 29 marzo 2024, e ha un ricco cast composto da Paul Rudd, Carrie Coon, Mckenna Grace, Finn Wolfhard, Logan Kim, e Celeste O’Connor, più gli “originali” Ernie Hudson, Bill Murray, Dan Aykroyd, e Annie Potts, e i nuovi membri del franchise Kumail Nanjiani, Patton Oswalt, James Acaster, e Emily Alyn Lind.

Sony pubblica un corto di Ghostbusters con tecnologia realtime!

Lo scorso 15 agosto la Sony ci ha fatto un regalo notevole, pubblicando un video di un incontro organizzato con Ghost Corps, Pixomondo, PlayStation Studios, e Epic Games con, fra gli altri, il regista di Ghostbusters: Afterlife Jason Reitman, con lo scopo di mostrare le nuove tecnologie per gli effetti speciali e la post-produzione cinematografica. Il progetto si avvale di una motion capture per filmare le riprese degli effetti visivi in tempo reale e fornendo ai registi opzioni di narrazione più accessibili, come ha spiegato lo stesso Reitman: “Tutto ciò che vogliamo come registi è avere più tempo e più spazio. È l’idea di poter essere sul set e poter stabilire l’ora del giorno, dirigere il mio attore e non preoccuparmi dell’ora di punta o del tramonto. Avere il controllo dell’ambiente in questo modo ha davvero cambiato la mia visione di ciò che era possibile”. A dimostrazione di questa tecnica, per esercizio di stile Reitman ha girato un cortometraggio di pochi minuti con una Ecto-1 che affronta un mini Stay-Puft (gigante!) nelle strade di New York, impiegando un solo giorno di riprese e post-produzione. Reitman ha paragonato la produzione alle recenti riprese della seconda unità del prossimo sequel di Ghostbusters: “Se stiamo girando a New York, come abbiamo appena fatto per l’ultimo film di Ghostbusters, si pensa a quante riprese si possono fare in un giorno, e a New York sono pochissime perché la portata è molto limitata a causa del flusso di traffico e pedoni. Ogni tanto bisogna lasciar passare il traffico. Ci sono così tanti ostacoli alle riprese, e sai, sei fortunato se riesci a fare sei o otto riprese in un giorno, e qui abbiamo girato tutto. Come tutto quello che avete appena visto, l’abbiamo fatto in un giorno”.

Il risultato, di uno strabiliante realismo, da l’idea delle possibilità tecniche che ricordano in parte i video dimostrativi contenuti nei videogame (non a caso Playstation è partner del progetto), ma con la differenza fondamentale che si ottiene girando in tempo reale e con tempi di lavorazione brevissimi. Per coloro che vogliono vedere l’intera conferenza, cliccate qui sotto, il corto è al minuto 7:27.

Bill Murray parla dell’imminente sequel!

Il caro vecchio Bill Murray è ancora a Londra in questi giorni, e ospite del MLB World Tour London Series per assistere alla partita di baseball tra i St. Louis Cardinals e i Chicago Cubs, è stato intervistato ieri per BT Sports. Durante l’intervista, Murray ha parlato del miglioramento trovato nella città di Londra sopratutto sul piano del divertimento notturno – “prima dormivo di più quando visitavo Londra, ora un pò di meno”, ha detto – e ovviamente del motivo per cui è in città:

“Beh, stavo lavorando ad un film qui. Un sequel di un film fantasmatico che abbiamo realizzato molto tempo fa (…)  in America, a New York, quindi ho fatto questo”.

Il suo coinvolgimento era stato già confermato dal suo amico Dan Aykroyd durante un’intervista a Metro, e un mese fa erano stati fotografati con il comico David Walliams, ma è la prima volta che lo sentiamo dalle sue stesse parole, sottolineando al passato poiché le riprese si sono concluse venerdì scorso. Ecco l’estratto dell’intervista che cita Ghostbusters:

https://twitter.com/btsport/status/1673013525864755200

Concluse le riprese del nuovo “Ghostbusters”!

Le riprese del nuovo film di Ghostbusters sono terminate venerdì 23 giugno. I produttori esecutivi Eric Reich e Erica Mills hanno pubblicato una storia su Instagram per comunicare il “fine delle riprese! che esperienza magnifica a Londra con Erica e l’intero cast e la troupe di Firehouse!”. Mentre Jason Reitman, dopo essere stato immortalato assieme a Kenan in una foto pubblicata da Emily Lind, ha condiviso un curioso logo “No Ghost” che ascolta la musica con le cuffie.

Cominciate il 20 marzo, i novantasei giorni di lavorazione si sono concentrati negli Studios Leavesden, mentre la troupe della Seconda Unità, dal 3 al 19 giugno, ha girato a New York delle scene di un inseguimento con la Ecto-1 per le strade di Manhattan e le controfigure del cast principale.

Ma a parte queste news, qualche foto rubata per le strade di Londra, e delle dichiarazioni di Dan Aykroyd in giro promozionale a Londra, bisogna ammettere che è stato un set blindato. Ci sarà tempo di far chiacchiericcio quando uscirà il trailer, e poi il film nelle sale, ed eviteremo di speculare sulle possibili trame.
Ma ecco cosa sappiamo.

Diretto da Gil Kenan e scritto assieme a Jason Reitman, il film vedrà il ritorno del cast di Ghostbusters: Legacy con quattro nuovi arrivati: Paul Rudd, Carrie Coon, Mckenna Grace, Finn Wolfhard, Logan Kim, Celeste O’Connor, Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Annie Potts, e Kumail Nanjiani, Patton Oswalt, James Acaster, e Emily Alyn Lind.

Con il nome in codice “Firehouse” (non è stato ancora rivelato il titolo definitivo), il film prosegue gli eventi del precedente capitolo con un passaggio di consegne fra vecchi e nuovi acchiappafantasmi per unirsi ad una nuova squadra alle prese con un fantasma del passato. Qualcosa che avrà a che fare con il gelo, poiché il teaser poster rivela il logo No Ghost congelato.

La lavorazione passa ora alla post-produzione (certamente già cominciata da tempo) e alla colonna sonora, ma sul cast tecnico al momento sappiamo solo che il direttore della fotografia è sempre lo stesso, Eric Steelberg, mentre non è noto se Rob Simonsen tornerà come autore delle musiche.

Con questo piano di lavorazione, non dovremmo aspettare troppo per un primo trailer se non verso la fine dell’estate, sempre se la distribuzione confermata sarà quella del 20 dicembre 2023.

Dai numerosi video raccolti sui social, le riprese a New York hanno rivelato che la Ecto-1 ha cambiato leggermente look tornando comunque in condizioni migliori di com’era stata ritrovata da Trevor in Legacy. Ma alla fine di quel film avevamo appreso che Winston Zeddemore l’avrebbe riportata a casa per una “ripulita”: le premesse del nuovo film, legate soprattutto alla possibilità che gli oggetti possano essere “maledetti”, dovrebbero ripartire dalla caserma dei pompieri come un luogo familiare e sede centrale di questa nuova generazione. Chiuso il cerchio con il passato, è tempo ora di pensare al futuro.

Sembra essere importante però ribadire una cosa, poiché l’equivoco che possa essere ambientato a Londra persiste. Il film è stato girato a Londra (o nei pressi di), ma la storia si svolge a New York.
Perché a Londra? Essendo la Firehouse protagonista scenografica della storia, era impossibile per motivi logistici e di ordine pubblico girare a New York. Un conto un inseguimento, un conto una storia intera. Per gli interni, non era possibile girare all’interno della caserma di Los Angeles, ormai fatiscente e rischiosa da usare come set cinematografico. Insomma, un conto quarant’anni fa, un conto farlo ora. Girare negli studi era fondamentale, e com’è di consueto oggi per il cinema americano ricorrere agli studi europei per motivi fiscali e di costi, le riprese si sono svolte nel Regno Unito. I vantaggi economici sono maggiori per i produttori, e non sapendo al momento quanto sia stato il budget, per questo film deve essere stato determinante procedere così.

E seppure sia diventando normale farlo, scrivere news su nuovi film di Ghostbusters è qualcosa che in redazione continuiamo a sentire strano fare. Ed è il quarto film canonico, il quinto del brand, il terzo prodotto dalla Ghostcorps, e il secondo della nuova era che prevederà un lungometraggio animato e una serie a cartoni animati per Netflix. Arriveranno quindi cambiamenti epocali per noi fan che siamo sempre stati abituati ad aspettare novità, e ora che possiamo dire “il film è finito, esce a Natale”, ci fa sì strano ma è una sensazione che mette brividi e emoziona sempre. Per questo amiamo questa saga, con incrollabile fiducia e affetto.

Seguite tutte le informazioni attraverso i nostri canali e la pagina dedicata al film, che sarà aggiornata periodicamente.

“Firehouse”, concluse le riprese della Seconda Unità

Dopo quindici giorni ininterrotti, la Seconda Unità ha concluso ieri sulla Quinta Strada le riprese con la Ecto-1 e con le controfigure degli attori: oggi la troupe sarà di nuovo davanti la Caserma dei pompieri, ma senza auto, apparentemente per girare delle scene di raccordo con le sole comparse. Secondo un membro di GB Fans che ha raccolto l’informazione da uno della troupe, queste scene con la Cadillac fanno parte di un inseguimento che apriranno il film. Che la produzione sia verso la conclusione lo ha detto chiaramente Eric Reich, uno dei produttori del film, con una storia su Instagram di un picnic con il suo compagno a Hyde Park, “il miglior modo di passare l’ultimo weekend a Londra” e taggando “alcune delle adorabili persone che hanno reso questo memorabile”, taggando fra i tanti Jason Reitman e Mckenna Grace. E proprio Reitman rifletteva con nostalgia alla fine di questo film di Ghostbusters pubblicando anche lui una storia del padre Ivan, di fronte la caserma, esattamente come ha fatto lui qualche giorno fa. Mettendole assieme, sembra quasi che il figlio guardi il padre, con commosso affetto.

Presto avremo notizie su quando si concluderanno le principali riprese a Londra, ma siamo abbastanza certi che l’ultimo ciak si concluderà alla fine di questa settimana. Nell’attesa, abbiamo selezionato qualche foto di ieri per voi: