Reitman e Kenan firmeranno un film sul Saturday Night Live!

Dopo aver rilanciato il franchise di Ghostbusters, Jason Reitman tornerà a lavorare su una nuova sceneggiatura scritta assieme a Gil Kenan ma su una storia diversa: il prossimo film, infatti, racconterà le tumultuose dietro le quinte della prima puntata del Saturday Night Live, lo storico programma comico che va in diretta ininterrottamente dal 1975 (all’attivo: quarantotto stagioni e quasi 1000 puntate!). Nell’accordo in esclusiva firmato dai due cineasti nel novembre del 2021 con la Sony Pictures, questo progetto si aggiunge al precedente Afterlife, al sequel attualmente in lavorazione, e al lungometraggio animato di Ghostbusters.

A produrre insieme a Reitman e Kenan ci saranno i loro soci di lunga data Jason Blumenfeld ed Erica Mills, anche loro attualmente impegnati nel sequel di Ghostbusters: Afterlife.

Il programma Saturday Night Live è stato senza ombra di dubbio il più innovativo mai prodotto dalla televisione americana di quel periodo: ogni ospite veniva coinvolto nella presentazione con un monologo di apertura e in quasi tutti gli sketch interpretati dal cast che erano, fondamentale ricordarlo, recitati in diretta. Il produttore Lorne Michaels, ancora oggi al comando del SNL, ebbe l’incarico dalla NBC di trovare una idea per riempire il “buco” lasciato dalle mancate repliche del talkshow più famoso del canale, condotto da Johnny Carson: la sua idea era quella di cambiare i piani di un programma di varietà classico, puntando direttamente agli artisti più nuovi e anticonformisti che c’erano sulla piazza. In parte, la sua ambizione si ispirava al programma comico dei Monty Python, totalmente svitato ai limiti del surreale, e alla moda dei comici più “selvaggi”. Col senno di poi possiamo affermare che Michaels fece la sua scelta prendendosi il meglio dal gregge di matti: prese Dan Aykroyd, John Belushi, Chevy Chase, Jane Curtin, Garrett Morris, Laraine Newman, Michael O’Donoghue, Gilda Radner, e li battezzò “The Not Ready For Prime-Time Players” (gli attori non pronti per la prima serata), perché il programma andava ad un orario notturno. La maggior parte di questi comici e autori provenivano dalle file dei due movimenti che cambiarono drasticamente la comicità in America: Aykroyd e la Radner dalla sezione canadese di Second City, mentre Belushi da quella storica di Chicago, mentre quest’ultimo e O’Donoghue avevano lavorato con la rivista National Lampoon per un programma radiofonico e uno spettacolo teatrale (prodotto da Ivan Reitman!).

Il copione di Kenan e di Reitman parlerà del grande trambusto che ci fu dietro la preparazione della prima puntata fra cui: dirigenti fortemente perplessi, soprattutto per la scelta del primo presentatore, il grande e discusso George Carlin, e del comico Andy Kaufman, che debuttò in questo programma con un numero assurdo che Jim Carrey ha rifatto nel biopic Man on the Moon; comici invitati che all’ultimo furono costretti ad abbandonare lo show, come Billy Crystal; un palazzo, oggi leggenda della tv, il Studio 8H, che agli occhi della troupe quando entrarono per la prima volta rimasero scioccati dallo stato fatiscente cui si trovava; autori comici, fra cui Al Franken e Tom Davis (i due facchini di Una poltrona per due, ricordate?), che si rifiutavano di scrivere le battute per dei pupazzi, perché, oggi pochi lo ricordano, ma i mitici Muppet Show debuttarono proprio in questo programma. Ma come hanno scritto Tom Shales e James Andrew Miller, autori dell’imponente libro Live from New York: An Uncensored History of Saturday Night Live (2002), niente della prima puntata assomiglia a quello che oggi conosciamo, e che di fatto cambiò progressivamente con un maggior spazio per i comici, il licenziamento dei Muppet, e future leve della comicità: sono tantissimi i comici che si sono formati al SNL, ma citiamo solo Bill Murray come prima “novità” della seconda stagione nel 1977, e Steve Martin, come uno dei più assidui presentatori del programma. Jason Reitman e Kenan hanno intervistato molti protagonisti di quell’avventura per documentarsi e scrivere il copione che, presumibilmente, diventerà realtà nella stagione 2024-25.

Oh, ovviamente: senza Second City, il National Lampoon non avremmo avuto i nostri amici Ghostbusters (Ramis si formò a Chicago assieme a Belushi), ma è stato il SNL a lanciarli come stelle, perché la potenza del programma che ebbe un immediato successo resero questi attori delle vere e proprie rockstar della comicità. Per questo ne parliamo qui, oggi, prendendoci un attimo di respiro dal nostro mondo.

Andrea Ciaffaroni

Non possiamo non condividere…..

Kumail Nanjiani: “si sente la novità nel prossimo Ghostbusters”

Kumail Nanjiani è certo. Il sequel di Ghostbusters: Afterlife porterà il franchise verso una nuova direzione. Intervistato dal magazine OK!, l’attore ha parlato del suo coinvolgimento in questo film, ribandendo l’affetto per la saga originale:

Adoro Ghostbusters, è il mio film preferito”, dice Nanjiani, “È una delle mie cose preferite che non siano una persona o un animale. Non riuscivo davvero a credere quanto fossi fortunato di farne parte, e la sceneggiatura è davvero buona“.

Entrato nel cast di recente e impegnato attualmente nelle riprese a Londra, Kumail afferma che questo film reinventerà la nostra concezione del mondo ghostbusters:

Penso che ne esplori il suo universo narrativo, rendendolo ancor più grande. La gente lo amerà perché si sente che è un qualcosa di nuovo, pensato per andare in questa direzione“. Quindi, si tornerà a New York, ma avremo parecchie novità.

Kumail è affiancato da un numeroso cast, capitanato da Paul Rudd e Carrie Coon, ai quali si sono aggiunti Patton Oswalt, James Acaster, e Emily Alyn Lind. Aspettiamo di rivedere McKenna Grace, Finn Wolfhard, Logan Kim, e Celeste O’Connor (tutti confermati), mentre dal cast originale siamo certi del ritorno di Ernie Hudson – mentre Dan Aykroyd è stato in Scozia in un cast infestato, e la troupe londinese è convinta di aver sentito presenze strane nella metropolitana. Non credete anche voi che questi articoli stiano prendendo una direzione bizzarra? Non è colpa nostra. Seguiteci per altre novità, perché stiamo volando alti! E non dimenticate che nella sezione “Film&Tv” di questo sito ha una pagina interamente dedicata a Firehouse, aggiornata di tutte le novità!

Mckenna Grace torna come Phoebe!

Dopo quattro anni dalle riprese di Ghostbusters: Afterlife, Mckenna Grace è tornata ufficialmente come Phoebe Spengler nel sequel in lavorazione attualmente nel Regno Unito! In un video nel suo canale Tik Tok, la Grace, diciassette anni il prossimo giugno, si mostra nel suo look naturale per poi passare nei ricci scuri della nipote del mitico Egon. Nonostante le fonti ufficiali non hanno ancora confermato, possiamo ormai dare per certo che la Grace è della partita, ed è pronta per il “ciak in campo”! Non mancheranno altre sorprese nei prossimi giorni sul set di Ghostbusters: Firehouse che ovviamente riporteremo qui, come sempre. Ecco il video:

 

@mckennagrace…Who ya gonna call?♬ blue hair – ☆

Dan Aykroyd ospite di un hotel infestato!

© Culloden House Facebook

Dopo aver pubblicato la notizia che Ernie Hudson ha confermato che il vecchio cast tornerà nel nuovo film di Ghostbusters, per Dan Aykroyd possiamo affermarlo oggi con una notizia curiosa riportata da Ghostbusters News. La pagina Facebook del Culloden House Hotel, a Inverness, nel cuore delle Highland scozzesi (quelle vicine, per intenderci, al famoso luogo del mostro di Loch Ness), ha pubblicato ieri una foto del libro dei visitatori con firma Dan Aykroyd. Si legge: “Se vieni a Inverness… “e chi chiamerai?”….. 👻 CULLODEN HOUSE 👻 Abbiamo avuto il piacere di stare con Dan Aykroyd e la sua famiglia la scorsa notte. Che piacere!“. Nella foto qui riprodotta, leggiamo cosa ha scritto Dan: “Grazie per il delizioso e storico soggiorno” per poi datarlo…“Aprile 2024″. Si sa, Aykroyd è sempre avanti, ma che lo fosse di un anno ci mancava! Ma la cosa ancor più interessante è la storia di questo Hotel che, come molti posti in Scozia, hanno una storia misteriosa e sono infestati: si ritiene infatti che la casa sia infestata dal fantasma di Carlo Edoardo Stuart (meglio noto come Carlo III, re di Inghilterra dal 1766 al 1788), che nel 1746 requisì Culloden House come suo alloggio e quartier generale sul campo di battaglia in diverse occasioni durante l’insurrezione Giacobita, iniziata l’anno precedente. E quindi, ricapitolando, Dan Aykroyd, co-sceneggiatore e creatore di Ghostbusters, ha soggiornato in un hotel infestato mentre si diceva anche che girerà scene per il prossimo Ghostbusters nel Regno Unito. Questa è la punta massima mai raggiunta da Aykroyd, e noi gli vogliamo bene per questo!

Ernie Hudson conferma che tornerà il cast originale

Ancora un aggiornamento sull’imminente sequel di Ghostbusters: Legacy! In una intervista pubblicata ieri su YouTube, Ernie Hudson ha affermato che il personaggio di Winston “porterà la sua ricchezza agli acchiappafantasmi per cercare di approfondire e scoprire quello che sta succedendo e dargli un senso“, e rivelato il potenziale ritorno di Dan Aykroyd, Bill Murray e Annie Potts.

Hudson, come nelle precedenti interviste, ha parlato positivamente di Jason Reitman, produttore e co-sceneggiatore di questo film:

Jason (Reitman) è stato davvero di supporto, mi ha detto “Vogliamo vedere Winston”, perché i fan hanno in qualche modo abbracciato quel personaggio a differenza di quanto avesse previsto lo Studio. Un dirigente aveva detto, “wow! i fan in un certo senso ritengono Winston come se fosse uno degli acchiappafantasmi “, e ho pensato, è quello che pensavo fosse!“.

L’attore apprezza che il personaggio di Winston abbia ora un posto di rilievo e non di “aggiunto”, e come si è detto prima darà un supporto fondamentale – soprattutto economico –  al nuovo team di Ghostbusters. La parte di spicco in questa intervista è quando dice chiaramente che per questo sequel tornerà il cast originale:

È fantastico tornare con Danny, Bill, Annie Potts e il nuovo cast. Sono passati quarant’anni, ed è come essere in famiglia“.

E’ importante ribadire questo: nella serie di informazioni che i canali ufficiali della Ghostcorps o della Columbia Pictures hanno comunicato, su questo punto ancora non c’è stata conferma o smentita, ma essendo attenta nelle dichiarazioni della produzione (attori inclusi: la notizia che avevamo dato giorni fa sulle foto scattate a Londra non sono state condivise da nessuno degli interessati, e non per caso), molto probabilmente Hudson si è sentito tranquillo di dirlo. Del resto che la Potts sia a Londra non è un mistero (come lei stessa ha confermato in una foto pubblicata sui suoi social), mentre Bill Murray, sospesa la produzione del film Being Mortal, e Aykroyd, tornato sul set lo scorso autunno con Zombie Town assieme a Chevy Chase, sembrano essere liberi dagli impegni. Non dimentichiamo poi che la trama riportata da Production Weekly citava espressamente almeno due dei tre acchiappafantasmi rimasti, e si sa, con loro tutto può succedere.

Un teaser del nuovo “Ghostbusters” al CinemaCon

Durante la presentazione della Sony Pictures al CinemaCon in corso a Las Vegas, un teaser del nuovo Ghostbusters, intitolato provvisoriamente Firehouse, è stato proiettato a sorpresa ieri. Secondo un articolo dell’Hollywood Reporter di ieri, si tratta di un breve video presentato da Jason Reitman in cui vediamo McKenna Grace, Finn Wolfhard, Paul Rudd e Carrie Coon sfoggiare le loro divise da Ghostbusters, in piedi davanti alla Ecto-1 nel garage della caserma di New York: ora Gary Grooberson, Callie Spengler, Phoebe e Trevor sono una vera famiglia che vive sotto lo stesso tetto. In attesa che questo video venga – probabilmente – caricato sui loro canali ufficiali, la Sony non ha confermato nessun nuovo titolo, ma conferma la data di uscita per il prossimo 20 dicembre 2023. In più si legge che il film riavrà gli attori di Afterlife Logan Kim e Celeste O’Connor, affiancati dai “nuovi” Kumail Nanjiani, Patton Oswalt, James Acaster e Emily Alyn Lind – oltre allo “scoop” di pochi giorni fa che conferma il ritorno di Ernie Hudson e rivela quello di William Atherton, il mitico Walter Peck del primo originale film del 1984.

Non bisognerà fare altro che aspettare che questo video arrivi su YouTube e che prontamente saremo qui a condividerlo con voi. Non vediamo l’ora!

 

Prime foto dal set del nuovo “Ghostbusters”!

Ed ecco finalmente le prime foto del nuovo capitolo di Ghostbusters. Ieri, giovedì 20, trentesimo giorno di riprese, parte del cast è stato paparazzato mentre stavano girando alcune scene nei pressi della stazione londinese di St James’ Park. Le foto sono decisamente interessanti: l’occhio vigile noterà che Paul Rudd ha indosso una uniforme (oh yes!) seppur nascosta, ma sopratutto la conferma di Ernie Hudson e, udite udite, il grande ritorno dell’attore William Atherton! Proprio lui, Walter Peck, che nonostante fosse palloso potrebbe essere stato richiamato a riportare l’ordine nell’ambiente! Come ha detto uno dei nostri: non si arrende! Le riprese, come avevamo raccontato giorni fa, erano state infastidite da rumori molesti nel tunnel sotterraneo della fermata Westminster (notizia che The Sun potrebbe aver anche inventato, ma noi non scendiamo cento metri sottoterra per controllare, sia chiaro), ma annotiamo quello che sta succedendo.

Il quarto capitolo, sequel di Ghostbusters: Afterlife e diretto da Gil Kenan, arriverà nelle sale il prossimo 20 dicembre. Le riprese, iniziate il 20 marzo, si concluderanno a giugno, e si stanno svolgendo negli Warner Bros. Studios Leavesden, a circa trenta chilometri da Londra. Gli esterni stanno creando confusione fra i fan: il film è ambientato a New York, ma come molte produzioni americane recenti è girato in Inghilterra. Nelle foto, si vede anche un edificio al 55 Broadway, nel quartiere di Stratford, e la mitica Ecto-1! Al momento, nel cast, oltre ai tre sopra citati, sono a Londra Finn Wolfhard, Kumail Nanjiani e James Acaster, mentre McKenna Grace è ancora negli Stati Uniti e non ci sono ulteriori notizie sul suo arrivo in Gran Bretagna. Amici, se siete a Londra, indagate!

Aggiornamento: pochi giorni fa il regista Edward Wright ha festeggiato con amici e colleghi il suo 49esimo compleanno. Da un suo post di Instagram, notiamo fra gli invitati Paul Rudd, Kumail Nanjiani, e Nick Frost, con Wright attore e sceneggiatore della Trilogia del Cornetto insieme a Simon Pegg.

La troupe di “Ghostbusters” spaventata dalla metro inglese?

Siete disturbati da strani rumori nella notte? Provate un senso di terrore quando …scendete in metropolitana? Avete paura di incontrare il fantasma del treno della New York Central Company, che deragliò nel 1920, e causò centinaia di morti? Non abbiate paura, chiamate pure gli acchiappafantasmi, ma assicuratevi siano quelli veri! Secondo The Sun, uno dei tabloid inglesi più famosi, la troupe che sta lavorando al nuovo film di Ghostbusters, diretto da Gil Kenan e in fase di riprese nella città di Londra, è convinta di aver sentito rumori molesti e di provenienza dubbia mentre stava girando alcune scene nella metropolitana di Londra. Secondo la testata, la troupe era impegnata in una linea ferroviaria abbandonata nei pressi della stazione di Westminster, nel centro di Londra (sotto, per intenderci, al Parlamento inglese). Una fonte ha dichiarato: “E’ già abbastanza inquietante lavorare in un tunnel al buio, sottosuolo, figuriamoci trovarci qualche demone!” Essendo stata inaugurata nel 1868, è lecito pensarlo, o è forse solo suggestione?

L’articolo conclude sottolineando che a Londra è presente anche Finn Wolfhard, fotografato, come Kumail Nanjiani e James Acaster, assieme alla famosa chef indiana Asma Khan, come qui da noi riportato la scorsa Pasqua, ma sopratutto che Bill Murray volerà a Londra la prossima settimana per riprendere il suo ruolo di Peter Venkman. Attendiamo conferma, ovviamente. Come noto, le riprese del film, nome in codice “Firehouse”, sono iniziate lo scorso 20 marzo e si concluderanno, secondo quanto riferito, il 16 giugno prossimo. Continueremo a riportarvi in esclusiva tutte le info possibili, tenete d’occhio il nostro portale! E occhio a scendere in metropolitana, potreste incontrare una troupe impaurita.